Ampliamento Museo Navi Romane - 360RSI - Ricerca Sviluppo Innovazione a 360°

Logo 360RSI Ricerca Sviluppo Innovazione
Vai ai contenuti
AMPLIAMENTO MUSEO NAVI ROMANE DI NEMI
Il progetto "Ampliamento Museo Navi Romane di Nemi" mi fu commissionato da una studentessa al quinto anno di architettura nel 2010 (figlia di ex-datore di lavoro). All'epoca l'edificio era inglobato un un contesto di costruzioni moderne, pensate dal team di studenti di cui faceva parte questa ragazza. Per motivi di tempo solo la parte esterna del museo è stata realizzata senza entrare nel particolare, mentre tutte le parti interne non sono state mai create, anche perché non ce ne era la necessità. Il Progetto, prevedeva secondo le linee guida richieste, la costruzione di un complesso numero di modelli 3d per far comprendere a pieno il progetto di ampliamento, nel tratto tra il "Museo delle Navi" e il fronte del "lago di Nemi", arricchendo i disegni con accenni storici al "Tempio di Diana", tramite la costruzione (in linea di massima) dell'antica via romana (ora in parte visibile all'interno del Museo). Oltre poi costruire in 3d le annesse sale convegno, laboratori, foresteria, zone ristoro, parco naturale ell'esterno e tutto il dedalo di canali d'acqua e passaggi per i visitatori, gli studenti e i ricercatori.

Personalmente ho realizzato tutti gli aspetti tridimensionali e i render, con ritocchi grafici a tutte le tavole di progetto. Progetto che al suo completamento è stato decisivo per l'esposizione della tesi di laurea all'Università La Sapienza di Roma.

Il modello 3d del "Museo delle Navi Romane" che ho realizzato nel 2010, non era l'oggetto principale del progetto, nell'esposizione grafica delle tavole ha avuto un ruolo marginale, però nei render ha arricchito il paesaggio. Le misure che mi furono date per costruirlo erano poche, così dovetti elaborare l'edificio in modo semplice, dalle immagini non troppo nitide di Google Earth (dell'epoca) e creare dalle foto che mi dettero e da quelle che trovai su internet le facciate e il tetto. Purtroppo il tempo essendo sempre tiranno in questi lavori, non mi permise di costruirlo in più "layer". Quindi ho redatto la forma 3d molto velocemente, come un unico blocco scopilto, anche grazie al software SketchUp di Google. Modello 3d, che fu molto apprezzato e richesto anche da altri studenti della facoltà di architettettura di Roma. Mentre nel 2018, ho ricreato totalmente e solamente il "Museo delle Navi" sulla base di nuovi studi e nuove foto, con un occhio attento a tutti quegli aspetti interni ed esterni che non avevo potuto realizzare nel primo 3d del 2010 (vedi progetto).

Molto tempo è stato speso anche per ricreare la morfologia del territorio del "lago di Nemi". In questo progetto avevo costruito il terreno esportando il rilievo da Google Earth e importandolo in SketchUp (che usavo nel ex-posto di lavoro), software che per l'epoca restituiva un'ortofotogrammetria non dettagliata, ma sufficiente a far comprendere le variazioni di quota.

Tutte le immagini 3d sviluppate, sono il frutto del mio estro creativo e della mia opera d'ingegno (maturate in anni di esperienza e perfezionamento). I modelli di questo progetto sono stati creati sulla basse di fotografie, schizzi e disegni bidimensionali forniti dal team di studio (e dove questi non riuscivano a esporre a pieno l'idea, la mia immaginazione ha creato il resto).

Il semplice Geometra/disegnatore che è in me, ha redatto il tutto con grande passione e professionalità, non mollando mai, anche quando tensioni lavorative interne minavano le fondamenta della mia pazienza. Quando si dice: "la persona giusta, nel posto giusto, al momento giusto!".
Viste Prospettiche e Render (2010)
© 360RSI - Ricerca Sviluppo Innovazione
Portfofio web - Diritti Riservati
© 360RSI.COM
Diritti Riservati
Torna ai contenuti